Gedächtnisallee 5
D-92696 Flossenbürg

+49 9603-90390-0

Crediti immagini

cosa resta

Le ripercussioni del campo di concentramento di Flossenbürg

“cosa resta” è una mostra che per la prima volta si dedica interamente alle complesse conseguenze dei campi di concentramento nazionalsocialisti. Le conseguenze contraddittorie del campo di concentramento di Flossenbürg vengono così introdotte nella storia contemporanea dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi. La storia di questo campo di concentramento va ben oltre Flossenbürg ed è rappresentativa di molti altri luoghi. La mostra affronta quattro temi principali: il luogo, la memoria, i sopravvissuti e i colpevoli.

Info pratiche

Oggi aperto
09.00 – 17.00 ore

Nell’antica cucina del campo

Ingresso libero

La mostra è volutamente allestita in modo aperto, sia dal punto di vista dei contenuti che della concezione. Il ricordo è un processo costantemente aperto, poiché sia gli attori che gli atteggiamenti cambiano con il rispettivo contesto temporale.

Tuttavia, alcune costanti rimangono nei racconti sui campi di concentramento: il luogo, la forma della memoria, i sopravvissuti e anche i colpevoli. Nel caso degli ultimi due gruppi, le generazioni successive sono chiamate a confrontarsi con le proprie responsabilità. La mostra non ha volutamente un fine, ma un epilogo che ancora una volta pone la questione di “cosa resta” e invita i visitatori ad esprimere la propria opinione.

Visite guidate

Alcune parti delle mostre possono essere visitate nei seguenti tour pubblici, insieme ad altre parti del Memoriale.

Altre info interessanti